Visitare Siena e scoprire le sue bellezze

Per visitare Siena è sufficiente camminare. Gioiello artistico-architettonico, la città del Palio è la capitale del turismo slow.

Se c’è un luogo dove ci si sente letteraimente avvolti dalla storia e dalla bellezza artistica e architettonica questo è sicuramente Siena, con i suoi capolavori d’arte, i suggestivi angoli nascosti, gli scorci mozzafiato delle sue 17 Contrade e le valli verdi che pochi conoscono. Visitare Siena è un’esperienza che soddisferà il turista da tutti i punti di vista: storico, artistico e culinario.

Visitare Siena Tramonto
Visitare Siena Tramonto – Foto di Matteo Cimardi

Per visitare Siena, basta arrivare in Piazza del Campo – simbolo della città e del suo centro storico, patrimonio Unesco dal 1995 – per ritrovarsi magicamente proiettati in epoca medievale. A dominare la Piazza, la Torre dei Mangia che svetta su Palazzo Pubblico, dove è custodito il Museo Civico, uno dei più importanti emblemi di architettura gotica del mondo. Al suo interno un suggestivo viaggio nella storia, tra volte e soffitti affrescati con opere d’arte somme di Simone Martini, Ambrogio Lorenzetti, Duccio di Boninsegna, Domenico Beccafumi. Opere bellissime che potrete trovare riprodotte fedelmente usando le tecniche dell’epoca dall’artista senese Marco Caratelli (per vedere le sue opere clicca qui). Proseguendo a piedi e lasciandosi alle spalle la conchiglia di Piazza del Campo, si sale lungo Via dei Pellegrini fino ad arrivare al Duomo, gioiello in stile romano-gotico e al complesso di Santa Maria della Scala, uno dei più antichi ospedali d’Europa, che nel Medioevo forniva assistenza e cure ai pellegrini diretti a Roma lungo la Via Francigena.

Siena Torre del Mangia - Foto di Matteo Cimardi
Siena Torre del Mangia – Foto di Matteo Cimardi

Visitare Siena non solo nel patrimonio storico-architettonico. Dolce e misurata, perché lontana dagli eccessi delle grandi città e con ritmi di vita a misura d’uomo, è la capitale del turismo slow e del bien vivre, da visitare in qualunque momento dell’anno perché offre sempre un nutrito calendario di eventi di enogastronomia, arte e musica.

Visitare Siena con un Trekking nella Storia, senza dimenticarsi però quello che c’è fuori dalle mura. Il Chianti, le Crete Senesi, La Montagnola sono tutti itinerari ricchi di percorsi ben segnalati grazie al Fai e al libro “Il Piacere di Camminare” (per sapere di più clicca qui)  edito da Nuova Immagine Editrice

Crete Senesi - Foto di Matteo Cimardi
Crete Senesi – Foto di Matteo Cimardi

La Via Francigena e i Bambini

II modo migliore per visitare Siena è godersi a piedi i suoi saliscendi e i suoi vicoli. Tra gli eventi slow da non perdere #SienaFrancigena, il trekking urbano promosso dal Comune di Siena lungo la Via Francigena da Porta Camollia a Porta Romana, facendo tappa al Santa Maria della Scala in Piazza Duomo. Per i più piccoli c’è Sienafrancigenakids, primo trekking urbano per bimbi e famiglie. Dal 10 dicembre 2016 al 25 febbraio 2017, ogni sabato una balia medievale racconteràla storia di Siena con tanti aneddoti e curiosità divertenti.

Per i più piccoli consigliamo i libro “Tre strani pellegrini in viaggio per la via Francigena nel territorio di Siena” -> per saperne di più clicca qui

Tre strani pellegrini per la via Francigena nel territorio di Siena
Tre strani pellegrini per la via Francigena nel territorio di Siena
Condivi subito:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *