Archivi categoria: Presentazioni

Presentazione La Grande Guerra in Provincia

Giovedì 8 Giugno, alle ore 18, presso la Libreria Senese ci sarà la presentazione del volume ” La Grande Guerra in Provincia”

 

La Grande Guerra in Provincia – Comunità locali e fronte interno: fonti e studi su società e conflitto” edito dalla Nuova Immagine Editrice, a cura di Giacomo Zanibelli sarà presentato giovedì 8 Giugno alla Libreria Senese di via di città alle ore 18; interverranno Giovanni Mazzini e Paolo Gheda, sarà presente il curatore.

Presentazione La Grande Guerra in Provincia

Maggiori informazioni sul libro

COLLANA STORICA NUOVA SERIE – 1
Come la storiografia ha già ampiamente evidenziato, la Grande Guerra fu molto di più di quella combattuta in trincea. La definizione stessa di fronte interno rimanda del resto a un concetto della guerra in cui nessuno, neppure chi rimane lontano dai combattimenti, può e deve ritenersi esonerato dallo sforzo comune che la contingenza bellica richiede.
In questo senso anche la prima guerra mondiale fu innegabilmente esperienza totalizzante. Ed è proprio sul tema del “fronte interno” che, si ritiene, molto rimane ancora da dire. Partendo dal presupposto che la comprensione del conflitto non può e non deve limitarsi alla dimensione combattuta della guerra, nei suoi protagonisti e nei suoi territori.
Ne uscirebbe infatti una visione parziale, che finirebbe per escludere tutti coloro che, pur non essendo mai entrati materialmente in contatto con il conflitto, ne pagarono ugualmente le conseguenze sul loro vissuto quotidiano, e tutti quei territori che, pur non avendo conosciuto distruzioni, invasioni, campi di battaglia, non per questo mancarono di mostrare le proprie “macerie”.
Due i punti di osservazione privilegiati da cui ci si propone di approfondire il tema del fronte interno italiano. La dimensione locale, che indagando con una sorta di lente di ingrandimento in che modo comunità e territori affrontarono il trauma del conflitto, permette di aggiungere tessere ancora mancanti alla ricostruzione storiografica sulla Grande Guerra.


Non dunque una deriva localistica ma un’attenzione nuova a tutti quegli aspetti che fecero delle comunità e dei territori le cellule primarie attraverso i quali l’esperienza bellica venne filtrata a livello più alto. La “provincia”, dunque deve essere vista come un angolo di lettura privilegiato per aggiungere un nuovo tassello al quadro della reazione della società italiana al conflitto.
In secondo luogo, la dimensione “umana”. Tanto si è parlato del paese in guerra, del paese mobilitato. Ma la guerra la fecero soprattutto gli uomini; quelli al fronte, ovviamente, prima di tutto. Ma anche tutti coloro che rimasero, o che tornarono. La guerra la fecero anche, a modo loro, le donne e i bambini, gli uomini delle fabbriche mobilitate, industriali e operai, i contadini nelle campagne, ma anche coloro che si trovarono a gestire l’emergenza bellica dai loro posti di potere.
Ognuno di loro, da posizioni diverse e con sacrifici senza dubbio imparagonabili, si trovò comunque a dover rivedere la propria esistenza sulla base delle esigenze imposte dal conflitto. La storia della Grande Guerra in Italia come storia di “persone”, dunque; risucchiati negli ingranaggi di una mobilitazione civile che non fu meno dura di quella militare.

 

Condivi subito:

Presentazione ” Laggiù nel profondo “

Venerdì 5 Maggio, alle 17.30, presentazione del libro Laggiù nel Profondo alla Libreria Mondadori di Siena.

Venerdì 5 maggio, alle ore 17.30 presso la Libreria Mondadori di Siena ci sarà la presentazione del libro “ Laggiù nel profondo – Mondo Letterario e mondo psicoanalitico in Lehane, McCarthy, Schnitzler, Serrano, Tobino” di Andrea Marzi e Francesco Ricci edito dalla Nuova Immagine Editrice; alla presentazione saranno presenti gli autori ed interverrà Mariangela Colella.

Per conoscere le altre opere di Francesco Ricci clicca qui

Laggiù nel Profondo – Cinque romanzi (Shutter Island, La strada, Fuga nelle tenebre, Dieci donne, Le libere donne di Magliano). Cinque scrittori (Lehane, McCarthty, Schnitzler, Serrano, Tobino). Cinque maestri di stile. Ad accomunarli è la capacità di cogliere e di mostrare il fondo della coscienza dei loro personaggi,  fondo melmoso e oscuro, tra le cui pieghe crescono i fiori del male, che avvelenano l’esistenza e i rapporti interpersonali, e dove deflagra il conflitto tra le energie vitali e creative e la distruttività auto ed etero diretta. Uno psicoanalista, Andrea Marzi, e un critico letterario, Francesco Ricci, conducono per mano il lettore, movendo ciascuno dal proprio ambito di competenza, a confrontarsi con questi cinque classici della letteratura novecentesca e contemporanea, che hanno saputo raccontare con grande sensibilità le angosce, le inquietudini, i tormenti dell’uomo moderno.

 

 

Andrea Marzi, psichiatra, psicoanalista, dottore di ricerca in deontologia ed etica medica, è membro ordinario della SPI e dell’IPA, in cui svolge incarichi a carattere nazionale e internazionale, tra cui redattore della Rivista di Psicoanalisi.  È stato docente di Psicologia dello Sviluppo presso l’Università di Siena, città dove vive e lavora. Tra i suoi lavori più recenti: Realtà psichica e fantasia sociale nella relazione analitica. Spunti clinici sull’aziendalismo interno (2012), Psicoanalisi, Identità e Internet (di cui è è curatore, Milano, Franco Angeli, 2013), Psychoanalysis, Identity and the Internet. Explorations into cyberspace (London, Karnac, 2016), Postmoderno. Un post da decifrare (con altri autori, Siena, Becarelli, 2016).

 

Francesco Ricci (Firenze 1965) è docente di letteratura italiana e latina presso il liceo classico “E.S. Piccolomini”di Siena, città dove risiede. È autore di numerosi saggi di critica letteraria, dedicati in particolare al Quattrocento (latino e volgare) e al Novecento, tra i quali ricordiamo: Il Nulla e la Luce. Profili letterari di poeti italiani del Novecento (Siena, Cantagalli 2002), Alle origini della letteratura sulle corti: il De curialium miseriis di Enea Silvio Piccolomini (Siena, Accademia Senese degli Intronati 2006), Amori novecenteschi. Saggi su Cardarelli, Sbarbaro, Pavese, Bertolucci (Civitella in Val di Chiana, Zona 2011), Anime nude. Finzioni e interpretazioni intorno a 10 poeti del Novecento, scritto con lo psicologo Silvio Ciappi (Firenze, Mauro Pagliai 2011), Un inverno in versi (Siena, Becarelli, 2013), Da ogni dove e in nessun luogo (Siena, Becarelli, 2014), Occhi belli di luce (Siena, Nuova Immagine Editrice, 2014), Tre donne. Anna Achmatova, Alda Merini, Antonia Pozzi (Siena, Nuova Immagine Editrice, 2015), Pier Paolo, un figlio, un fratello (Siena, Nuova Immagine, 2016). Inoltre, ha scritto il capitolo dedicato alla letteratura per il volume collettaneo interdisciplinare Il Postmoderno (Siena, Becarelli, 2015).

Informazioni Utili
Laggiù nel profondo –  Mondo letterario e mondo psicoanalitico  in Lehane, McCarthy, Schnitzler, Serrano, Tobino
Francesco Ricci – Andrea Marzi
Libreria Mondadori – Via Montanini – Siena
Ore 17.30.

 

Condivi subito:

Tre Strani Pellegrini fanno tappa alla Mondadori Siena

Sabato 1° aprile, alle ore 16.30 presso La Libreria Mondadori di Siena ci sarà la presentazione del libro per bambini “Tre strani pellegrini in viaggio per la via Francigena nel territorio di Siena”, letture animate per bambini a cura di Silvia Nerucci, Duccio Ciampoli e Silvia Rovetta

Presentazione libro per bambini: Tre strani pellegrini in viaggio per la via Francigena nel territorio di Siena

Tornano finalmente le storie dell’Orsetto Viaggiatore (per acquistare clicca qui), letture per bambini nate dalla matita della bravissima Elena P. Questa volta il nostro Orsetto si trova in compagnia di due amici molto particolari che si trovano in viaggio lungo i sentieri della Via Francigena. I tre strani pellegrini si fermeranno a giocare nei luoghi più belli e affascinanti lungo la via Francigena nel territorio senese come San Quirico d’Orcia, Bagno Vignoni o Buonconvento, e ce ne mostreranno e spiegheranno le bellezze e i segreti.

Sabato 1° Aprile non mancate quindi alla Libreria Mondadori di Siena per scoprire le tappe e i viaggi del famoso Orsetto raccontati nel libro “Tre strani pellegrini in viaggio per la via Francigena nel territorio di Siena”, arricchito dalle illustrazioni di Elena P. e i testi di Raffaele Moretti ed edito dalla Nuova Immagine Editrice di Siena.

Dalle mani di Elena P. sono nate tante altre storie per bambini che fanno parte della raccolta Dal Mondo delle Figurine come Topolina Superbrain conta i mesi (clicca qui per acquistare), La vera storia dell’orsetto viaggiatore perduto a Siena (clicca qui per acquistare) e i due calendari L’anno fatto a mano e L’anno suonato.

Ci vediamo tutti, piccoli e grandi presso la Libreria Mondadori di siena, via montanini 112, il 1° aprile alle ore 16,30 per le letture animate per bambini tratte dal libro Tre strani pellegrini in viaggio per la via Francigena nel territorio di Siena

 

Condivi subito:

Presentazione de I Cassiopei

Venerdì 27 Gennaio, alle ore 17.30 presso La Libreria Mondadori di Siena ci sarà la presentazione del volume I Cassiopei

 

Venerdì 27 Gennaio, alle ore 17.30 presso La Libreria Mondadori di Siena ci sarà la presentazione del volume “I Cassiopei (biografie autorizzate)” di Francesca Cardelli, edito dalla Nuova Immagine Editrice.

clicca qui per acquistare il libro

Alla presentazione del libro, che non a caso sarà nel giorno della festa del gatto, interverranno Francesca Cardelli, Cristina Marcolongo, Anna Mancini, Duccio Balestracci nel ruolo di presentatore e Laura Neri in rappresentanza della casa editrice.

Il ricavato delle vendite dei libro sarà devoluto a favore dell’oasi felina de “I Cassiopei”, un gattile gestito esclusivamente da volontarie; presso il loro sito http://www.cassiopei.it/ potete trovare tutte le informazioni necessarie per poter dare un qualsiasi aiuto o sostegno agli ospiti della loro struttura.

Condivi subito:

Firenze Libro Aperto dal 17 febbraio

Firenze Libro Aperto: nasce un nuovo festival; da venerdì 17 a domenica 19 alla Fortezza da Basso

Da ven 17 a dom 19 alla Fortezza da Basso, I edizione di Firenze Libro Aperto una nuova manifestazione di respiro nazionale che si inserisce nella complessa filiera dell’editoria e dei suoi protagonisti.

Oltre 100 case editrici annunciate, riunite in un open-space all’interno del padiglione Spadolini, centinaia di ospiti di fama Internazionale, un programma ricco di presentazioni, incontri, laboratori, spettacoli, letture, concerti e premi letterari.

Firenze Libro Aperto 2017

La manifestazione affronta il grande interrogativo “Le parole non bastano più?” analizzando i mutamenti del linguaggio, anche in relazione ai cambiamenti sociali e alla globalizzazione.

II Festival è patrocinato da Regione Toscana, Comune di Firenze, Città Metropolitana di Firenze, ideato e organizzato da FBS Eventi, con la Direzione Generale di Paolo Cammilli e la Direzione Artistica di Chiara Bentivegna.

Firenze Libro Aperto: presentazioni libri, riviste e tavole rotonde

Affrontate tematiche di attualità, come immigrazione, violenza sulle donne, “post verità” e incontri con autori. Qui spiccano lo scrittore americano pulp Joe R. Lansdale, lo scrittore e poeta marocchino Tahar Ben Jelloun, l’alpinista e scrittore Mauro Corona con il suo ultimo romanzo La via del sole; gli scrittori Andrea De Carlo con L’imperfetta meraviglia, Gianni Biondillo col nuovo romanzo Come sugli alberi le foglie, ispirato alla figura dell’architetto futurista Antonio Sant’Elia, il giornalista e saggista Filippo La Porta con il saggio Indaffarati, la scrittrice di romanzi fantasy Licia Troisi e molti altri, tra i quali: Alessia Gazzola, Diego De Silva, Andrea Scanzi, Enzo Fileno Carabba, Marco Vichi, Sergio Staino e Federico Palmaroli,

Firenze Libro Aperto – Morgan

Firenze Libro Aperto: ragazzi e bambini

Uno speciale spazio dedicato e curato da Teresa Porcella ospita libri per l’infanzia con autori come Donienico Barillà, Grazia Gotti, Patrizia Rinaldi, Anna Sarfatti, Sara Marconi, Luisa,Mattia e illustratori come Otto Cabos, Sophie Fatus, Fuad Aziz, Simone Frasca; previsti laboratori d’arte, musica, illustrazione e spettacoli: Violeta Cantora dedicato alla cantautrice e artista cilena Violeta Parra, Il Cuore di Chisciotte con le immagini di Gek Tessaro o Non insegnate ai bambini, recital ispirato alle canzoni di Gaber.

Condivi subito:

Festa di fine estate al Museo del Bosco

Sabato 17 settembre sarà una giornata dedicata alla scoperta del territorio, del cielo e delle tradizione con la Festa di fine estate al Museo del Bosco a Orgia, Sovicille.

L’intera mattinata sarà dedicata al territorio. Ore 9.00 ritrovo presso il Museo del Bosco per una piacevole passeggiata nei boschi di Orgia accompagnati dalla guida ambientale Marco Perugini  e alcuni membri del Cai di Siena. Per l’occasione si consiglia abbigliamento comodo, acqua e scarpe da ginnastica, la partecipazione è gratuita, ma a fini organizzativi sarà necessaria la prenotazione.

Festa di fine estate al Museo del Bosco a Orgia
Festa di fine estate al Museo del Bosco a Orgia

Alle ore 11,30 sempre al Museo del Bosco, ci sarà la presentazione del libro edito dalla Nuova Immagine Editrice di Siena, “Il Piacere di Camminare – 85 passeggiate nella campagna senese” di Gianfranco Giani del Cai di Siena.

Il Piacere di Camminare nelle campagne senesi è una raccolta di esperienze acquisite nel corso di molti anni, percorrendo la campagna della provincia di Siena, una tra le più varie e interessanti d’Italia. È proprio a piedi che si riesce ad ammirare, ad ascoltare e a capire ciò che il territorio ci racconta, entrando nella storia di questi luoghi lentamente, fuori dai normali e rumorosi flussi turistici. Gli itinerari qui proposti sono prevalentemente “escursionistici” e non turistici, studiati per evitare il più possibile le strade asfaltate o molto trafficate e le zone superaffollate.

È stata data la preferenza a strade bianche, tratturi, carrarecce e sentieri di bosco, a volte appena accennati. Il Piacere di Camminare nelle campagne senesi è una raccolta di esperienze acquisite nel corso di molti anni, percorrendo la campagna della provincia di Siena, una tra le più varie e interessanti d’Italia. È proprio a piedi che si riesce ad ammirare, ad ascoltare e a capire ciò che il territorio ci racconta, entrando nella storia di questi luoghi lentamente, fuori dai normali e rumorosi flussi turistici.

Gli itinerari qui proposti sono prevalentemente “escursionistici” e non turistici, studiati per evitare il più possibile le strade asfaltate o molto trafficate e le zone superaffollate. È stata data la preferenza a strade bianche, tratturi, carrarecce e sentieri di bosco, a volte appena accennati.

il piacere di camminare nelle campagne senesi
il piacere di camminare nelle campagne senesi

Nel primo pomeriggio, alle ore 16 interverrà l’Unione Astrofili Senesi per l’osservazione del cielo diurno, l’attività sarà accompagnata anche da una serie di attività dedicate ai più piccoli.

Alle 17.30 sarà il momento di “Le Radici con le Ali” con racconti e canti della tradizione locale. Seguirà una merenda condivisa a conclusione della giornata organizzata dal Museo del Bosco.

Per informazioni e prenotazioni contattare il Museo Etnografico del Bosco tel. 0577342097 mail. Angeli_museodelbosco@museisenesi.org.

Condivi subito:

Francesco Ricci racconta Pasolini

Oggi alle ore 18 la presentazione di “Pier Paolo, un figlio, un fratello” alla Libreria Mondadori di Siena.

Due testi hanno dato spunti importanti al suo nuovo libro: due biografie di Pier Paolo Pasolini (una di Enzo Siciliano, l’altra curata da Nico Naldini). Ma a riempire le pagine del volume di Francesco Ricci, docente di Lettere al Liceo classico Piccolomini ma anche poeta, saggista, scrittore è stato soprattutto un legame invisibile attraverso spazio e tempo con Pier Paolo Pasolini. «Pier Paolo, un figlio, un fratello» edito da Nuova Immagine non è la prima opera che Ricci offe sull’intellettualema è forse quella più forte da un punto di vista emotivo.

Per poter acquistare il libro clicca qui

Pier Paolo, un figlio, un fratello
Libro su Pasolini: Pier Paolo, un figlio, un fratello

Stavolta, il suo amore verso una figura così controversa, gli fa raccontare il lungo viaggio che Pasolini affrontò, con la madre Susanna, per arrivare a Roma nel 1950. Fuggiva dal suo Friuli e da una storiaccia di denunce, dall’espulsione dal partito, dalla rabbia e dalla miseria e in quel treno affrontò tutta la sua emotività. La fragilità dell’uomo che, come figlio, guarda la madre e la vede una figura grandiosa seppure piccola ed è quasi un perdono, di quelli tutti al maschile ma con la tenerezza che solo i figli maschi sanno usare con le proprie madri. Francesco Ricci (per le altre pubblicazioni di Francesci Ricci clicca qui) sembra ripercorrere quel tragitto con lui, le parole e i sentimenti di Pasolini sembrano suoi tanto riesce ad entrare ormai nel personaggio e a farlo suo. Stringendo, appunto, un legame indissolubile che vive di unicità nonostante Ricci abbia sviscerato fino in fondo sentimenti ed emozioni di altri personaggi, di altre donne, di altri uomini.

Il libro verrà presentato oggi alle 18 alla libreria Mondadori in via Montanini. Sarà presente l’autore.

Francesco Ricci stasera presenterà il suo ultimo libro "Pier Paolo, un figlio, un fratello"
Francesco Ricci stasera presenterà il suo ultimo libro “Pier Paolo, un figlio, un fratello”
Condivi subito:

Pier Paolo, un figlio, un fratello

“ Pier Paolo, un figlio, un fratello ”, – più che un saggio di critica letteraria un romanzo.

Il volume Pier Paolo, un figlio, un fratello opera di Francesco Ricci ed edito dalla Nuova Immagine Editrice sarà presentato martedì 7 giugno alle ore 18 presso la Libreria Mondadori in via Montanini 112 a Siena; alla presentazione oltre che all’autore interverrà Mariangela Colella.

Pier Paolo, un figlio, un fratello
Pier Paolo, un figlio, un fratello

“ Pier Paolo, un figlio, un fratello ” si presenta come una sorta di monologo, scandito dalle “intermittenze del cuore” del personaggio principale, nel corso del quale Pier Paolo Pasolini ripensa a quelli che sono stati gli episodi più importanti dei suoi primi ventotto anni di vita: le varie e spensierate estati trascorse a Casarsa, i corsi all’università nella città felsinea e l’incontro con Roberto Longhi, la pubblicazione nel 1942 di “Poesie a Casarsa”, molto apprezzate e recensite perfino da Gianfranco Contini, l’impegno politico con l’iscrizione al PCI, la partecipazione a convegni e dibattiti, la scoperta della propria omosessualità e la sua conseguente e faticosa accettazione, l’esperienza nell’arte dell’insegnamento, l’amore per la pittura.

In Pier Paolo, un figlio, un fratello, ho voluto ricostruire i pensieri e i sentimenti che accompagnarono il viaggio di Pasolini (assieme alla madre Susanna) da Casarsa a Roma. Alle sue spalle si lasciava una brutta denuncia per corruzione di minorenni e atti osceni in luogo pubblico e, soprattutto, le forti conseguenze di quella denuncia: l’allontanamento dall’insegnamento e l’espulsione dal PCI. Ma a dare tormento allo scrittore bolognese erano, da un lato, l’impossibilità di vivere con serenità la propria omosessualità, dall’altro, la triste consapevolezza che una stagione esaltante della giovinezza friulana, era ormai volta al termine, mostrandogli che non nel restare, ma nel dire addio consiste il senso più autentico del nostro vivere.

Locandina Presentazione Pier Paolo, un figlio, un fratello
Locandina Presentazione Pier Paolo, un figlio, un fratello
Condivi subito:

Camminare nelle campagne senesi

Se vi piace il trekking, se vi piace stare a contatto con la natura, se vi piace scoprire nuovi posti e nuovi itinerari il libro “Il piacere di camminare – 85 passeggiate nelle campagne senesi” fa al caso vostro. Con questo libro possiamo apprezzare ancora di più il camminare nelle campagne senesi.

Sabato 7 maggio alle ore 17,30 sarà presentato presso la Sala di Palazzo Patrizi, via di città – Siena, il libro “Il piacere di camminare – 85 passeggiate nelle campagne senesi” di Gianfranco Giani. Interverranno Dario Bagnacci, Presidente della Sezione di Siena del CAI, la Dott.ssa Francesca Vannozzi, Assessore alla Cultura del Comune di Siena,
Marco Mari e Eva Pratesi ideatori di maplou, piattaforma web per la condivisione di itinerari georeferenziati.

il piacere di camminare nelle campagne senesi
il piacere di camminare nelle campagne senesi

Il Piacere di Camminare nelle campagne senesi è una raccolta di esperienze acquisite nel corso di molti anni, percorrendo la campagna della provincia di Siena, una tra le più varie e interessanti d’Italia. È proprio a piedi che si riesce ad ammirare, ad ascoltare e a capire ciò che il territorio ci racconta, entrando nella storia di questi luoghi lentamente, fuori dai normali e rumorosi flussi turistici. Gli itinerari qui proposti sono prevalentemente “escursionistici” e non turistici, studiati per evitare il più possibile le strade asfaltate o molto trafficate e le zone superaffollate. È stata data la preferenza a strade bianche, tratturi, carrarecce e sentieri di bosco, a volte appena accennati. Generalmente non si tratta di percorsi di grande impegno fisico, ma belle passeggiate in città, nell’immediata periferia o in aperta campagna, per godersi il piacere di camminare nelle campagne senesi. Sono anche descritte per i più esperti e allenati, lunghe escursioni di più giorni sulla Via Francigena, sulla Via delle Grance o intorno alla Val d’Orcia.

Locandina il piacere di camminare
Locandina il piacere di camminare

GIANFRANCO GIANI, nato Castiglione d’Orcia nel 1940, è entrato a far parte della Sezione di Siena del Club Alpino Italiano nel 1992, all’interno della quale ha ricoperto varie cariche, fra cui quella di presidente. Appassionato ambientalista e amante della natura, ha collaborato alla realizzazione di reti di sentieri per il Treno Natura, per il Museo del Bosco di Orgia, per la Pro Loco di Gaiole in Chianti e alla generale revisione dei sentieri CAI nella Montagnola senese di cui oggi ne coordina la manutenzione. Nel corso degli anni si è dedicato all’organizzazione di iniziative escursionistiche in tutto il territorio senese e per condividere le sue esperienze ha deciso di pubblicare questa guida.

Condivi subito:

George Dennis a Montefiascone

Sabato 30 aprile, alle ore 10,30 sarà presentato Città e Necropoli d’Etruria di George Dennis a Montefiascone presso la Rocca dei Papi

Il giorno sabato 30 aprile 2016 sarà presentato il celebre volume Città e Necropoli d’Etruria di George Dennis a Montefiascone, presso la Rocca dei Papi, bellissimo monumento restituito a nuova vita grazie ad una lunga serie di interventi di restauro: oggi la Rocca dei Papi è stata trasformata in un centro culturale polivalente dove trovano casa manifestazioni artistico-culturali e mostre permanenti.

George Dennis a Montefiascone
George Dennis a Montefiascone

Alla presentazione del libro di George Dennis a Montefiascone saranno presenti Elisa Chiatti e Silvia Nerucci curatrici della nuova edizione del libro Felicita Menghini di Biagio storica locale Giancarlo Breccola storico locale Paola di Silvio archeologa Laura Neri – casa editrice Nuova Immagine Siena

Ecco la scheda del libro:

“Città e necropoli d’Etruria
Autore: George Dennis
Traduttore: Domenico Mantovani
Curatela: Elisa Chiatti; Silvia nerucci
Anno: 2015
Formato: 16×23
Pagine: 1264
Tomi: 2
ISBN: 9788 87145 348 8

Città e Necropoli d'Etruria
Città e Necropoli d’Etruria

L’evento è stato organizzato con la preziosa collaborazione di Tuscia Events

Condivi subito: