Pisa Book Festival da tutto esaurito

Pisa Book Festival, oltre 25mila visitatori. La 13° edizione del Festival è stata un successo!

Con un totale di 25mila visitatori, si è conclusa positivamente la 13esima edizione del Pisa Book Festival, la fiera dell’editoria indipendente che quest’anno ha visto la presenza degli stand scozzesi come ospiti d’onore. Uno straordinario afflusso di pubblico fatto di giovani e adulti che hanno seguito con partecipazione gli incontri e hanno affollato gli stand degli editori, dando conferma che il Pisa Book è una vetrina d’eccezione della piccola e media editoria. «La lettura è apertura verso nuovi mondi», ha commentato la direttrice Lucia Della Porta che, con questa chiave interpretativa spinge sempre più in alto l’evento nel quadro generale delle manifestazioni culturali.

Pisa book festival
Pisa book festival

A presentare i propri volumi al Pisa Book Festival, oltre agli ospiti scozzesi, anche autori internazionali francesi, inglesi, marocchini, angolani e bosniaci, segno che il Festival è diventato una vetrina importante per l’editoria indipendente. Dacia Maraini, Marco Malvaldi, Marcello Fois, Jean-Christophe Bailly, Ondjaki e Martin Michael Driessen hanno presentato i loro libri in anteprima mondiale proprio al palazzo dei congressi pisano. Partecipazione attiva negli incontri dedicati ai libri contro le mafie, coordinati da Candida Virgone, in collaborazione con Trame Festival di Lamezia Terme tra cui Mafia Capitale di Gaetano Savatteri, Catania Bene del magistrato Sebastiano Ardita e l’inchiesta scottante sul caso Siani, Il caso non è chiuso di Roberto Paolo.

Tra i titoli più venduti al Pisa Book Festival «Il meraviglioso viaggio di Octavio» di Miguel Bonnefoy, sold out per Etica dell’acquario romanzo di esordio di Ilaria Gaspari ambientato a Pisa, «La mia vita, le mie battaglie» primo libro-intervista di Dacia Maraini con John Farrell, «Il baule di Conrad» di Dario Pontuale e «Riscatto Mediterraneo» di Gianluca Solera. Grande partecipazione anche per le case editrici del territorio pisano che hanno potuto mettere sotto una luce davvero unica le opere prime e le collane fresche di stampa. Presa letteralmente d’assalto l’area stand dedicata all’editoria giovanile, dove i genitori con i propri figli hanno avuto l’occasione di toccare con mano il meglio dell’editoria per i più piccoli, con titoli e lavori di altissima qualità.

Condivi subito:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *